Convenzione di Lisbona

La Convenzione di Lisbona che sta sotto il patronato congiunto dell’UNESCO, Consiglio d’Europa e commissione Europea, che comprende la regione “Europea e Nordamericana” dell’UNESCO, cioè, oltre ai paesi europei (definizione del Consiglio d’Europa) anche i paesi della cosiddetta sfera occidentale del mondo (= anche gli Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Israele). Attualmente ci sono 55 firmatari della Convenzione di cui 53 l’hanno anche ratificata. Tale Convenzione è stata firmata dalla Santa Sede nel 1997 e ratificata nell’anno 2001.

L’idea principale della Convenzione è che tutti gli studi e gradi accademici, compiuti in un paese aderente, sono da ritenere riconosciuti in tutti gli altri paesi a meno che vengano provate differenze sostanziali tra studi simili nei paesi diversi. Tale Convenzione richiede, inoltre, a tutti i membri di fornire tramite un sito–web, pubblicamente accessibile, informazioni utili circa tutte le istituzioni accademiche nel paese, circa il suo sistema di studi superiori nonché circa la consueta prassi in merito al riconoscimento. Inoltre tutti i paesi sono tenuti a creare o incaricare un ufficio particolare o organismo (chiamato ufficio NARIC per i paesi dell’UE e ENIC per gli altri paesi aderenti alla convenzione) che gestisca le relative agende e sia competente di fornire informazioni autorevoli in merito.

 

enic_naric_logo

Per informazioni più dettagliate sulla Convenzione di Lisbona e per trovare ufficio nazionale di riferimento per il riconoscimento, visitare la pagina ufficiale delle reti ENIC-NARIC

ISTITUZIONI E FACOLTA'
QUALIFICATION FRAMEWORK
OFFERTA FORMATIVA
AVEPRO